Lunedì, Dicembre 18, 2017 - 02:15
Il Meteo Catania

Belpasso, Mercatini d'Estate „Belpasso, Mercatini d'Estate“

da Martedì, Luglio 1, 2014 (Tutto il giorno) a Martedì, Settembre 30, 2014 (Tutto il giorno)

Belpasso, Mercatini d'Estate

Dal 1 luglio al 30 settembre, nelle piazze di Belpasso ritornano i Mercatini d'Estate. Arte, designi, vintage, artigianato, prodotti tipici.
 
Belpasso ha una struttura urbana costituita da rette che si intersecano tra di loro infatti da qui la denominazione delle vie in" rette" ha vagamente l'immagine di una scacchiera .E' unica nel suo genere tra i paesi  pedimontani. Quale opportunità  per visitare questa area urbana dai tetti colorati.

Una gastronomia che si porge come semplice  e di origine contadina nell'espressione più alta del gusto e della genuinità derivanti da periodi storici con influenza greche, romane, francesi, spagnole e arabe.

Una forte presenza per tutto quello che si può gustare nell'ambito dolciario conosciuti  ed esportati  anche in tutto il mondo come i torroncini, aggiungi anche biscotti di mandorla profumati alla vaniglia  gelati alla frutta, granite di mandorla, caffè, limone che si possono trovare nei numerosi bar del centro.
 

Malpasso fu menzionata per la prima volta in una carta del1305 attualmente conservata agli Archivi Vaticani in cui è scritto: “Santa Maria del Passo in territorio di Paternò nelle vicinanze di Valcorrente”. Inizialmente il toponimo era dovuto alle caratteristiche della zona, infatti “Passu”designava una zona in cui vi era un frequente passaggio, mentre il prefisso “Malu”, che venne successivamente aggiunto, indicava o la caratteristica negativa del luogo pericoloso e disagevole (da “Malus”) o, probabilmente, la presenza di alberi di mele (da “Malum”). Nel 1456 don Guglielmo Raimondo Moncada, conte di Adernò, acquista dal re di Napoli Alfonso d'Aragona lo «Stato di Paternò e Malpasso» affidandolo al suo discendente, nonché futuro «Principe dello Stato di Paternò e Malpasso» Francesco Moncada. Il territorio apparteneva ai ricchi feudatari di Paternò e fino alla prima metà del XVI secolo era occupato da piccole case sparse, in parte distrutte nel 1537 da un'eruzione lavica. Malpasso divenne indipendente da Paternò solo ne 1636 con un atto di ufficiale scissione delle due città etnee firmato da Guglielmo Moncada Duca di Montalto.

 

Accedi per lasciare commenti